Terrorista lo Stato colombiano!



Di quale "pace" parli, in un paese che da oltre 100 anni è attraversato da un susseguirsi di guerre civili imposte dall'oligarchia?
 
A quali "leggi" ti riferisci, forse a quelle della "seguridad democratica" che hanno portato arbitrariamente in galera oltre 150.000 colombiani dall'insediamento di Uribe, a quelle che garantiscono la svendita della sovranità agli USA o a quelle che impongono l'impunità nel 99% dei casi?
 
Quale "giurisprudenza" è oggetto delle tue pie preoccupazioni, quella predicata da un potere giudiziario colombiano corrotto ed organico fino al midollo coi paramilitari di Stato?
 
Sulla "non-violenza", poi, stendiamo un velo pietoso. E' facile riempirsene la bocca quando non ci si dimena quotidianamente tra la vita e la morte, cosa che le maggioranze in Colombia si trovano ad affrontare di fronte ad uno Stato terrorista e violatore dei diritti umani, come anche l'ONU ed Amnesty International hanno più volte denunciato.
 
Se invece di un pugno di starnazzi e slogan sei disposto ad un dibattito serio ed argomentato sul conflitto sociale ed armato colombiano, e sulle possibili soluzioni politiche allo stesso, saremo ben lieti di confrontarci con te e con chiunque abbia a cuore le sorti di quel popolo.
 
Max Lioce
Associazione nazionale Nuova Colombia
www.nuovacolombia.net


Thomas Schlemmermeyer <evolthomas at yahoo.it> ha scritto:
Non mi correspondo con terroristi. Le FARC sono un sacco di terroristi che non rispettano la pace, le leggi, la giurisprudenza ed i principi della non-violenza.

La democrazia solo può crescere in principi di non-violenza e giurisprudenza.

L'email della prossima generazione? Puoi averla con la nuova Yahoo! Mail



L'email della prossima generazione? Puoi averla con la nuova Yahoo! Mail